Menopausa come opportunità

Della dott.ssa Teresa Remoli

Questa fase della vita può rappresentare per la donna un’occasione per riscoprirsi con una femminilità nuova e rinnovata, con una maggiore consapevolezza di sé, della propria unicità. Può “ viziarsi” e coccolarsi, prendendosi cura del proprio benessere psicofisico, migliorando il proprio stile di vita.

L’arrivo della menopausa è vissuto in maniera molto diversa dalle donne

Alcune non vedono l’ora di liberarsi dalle mestruazioni, altre attendono con angoscia questa data che segna la fine dell’età fertile e vivono con preoccupazione i cambiamenti a essa collegati.

Spesso questa fase della vita getta la donna in una condizione di fragilità, caratterizzata da senso di frustrazione e insoddisfazione. La donna in menopausa può sentirsi meno femminile, meno attraente, e perdere fiducia in se stessa.

Il tono dell’umore

A volte umore depresso e sintomi caratteristici degli stati ansiosi, possono comparire aumentando la sensazione di disagio e sofferenza psicologica che caratterizza questa esperienza. In questi casi può essere molto utile chiedere un supporto psicologico per attraversare l’esperienza del cambiamento e attenuare i fastidi causati dalla sintomatologia depressivo/ansiosa.

Cosa può aiutare

Nella mia attività con donne in menopausa, nel 90% dei casi, un breve percorso di consulenza psicologica di 10 / 12 incontri è sufficiente per ridurre il disagio e ripristinare gli equilibri precedenti.

Unitamente ai colloqui di consulenza, utilizzo il Training Autogeno, le tecniche Immaginative e Meditative e i fiori di Bach.

La Menopausa

Della dott.ssa Teresa Remoli

Con il termine menopausa si fa riferimento alla data dell’ultima mestruazione, che segna il termine del periodo fertile nella vita della donna. Si tratta di un evento fisiologico, e quindi assolutamente naturale, che si verifica generalmente intorno al cinquantesimo anno di età, come conseguenza dell’invecchiamento naturale delle ovaie che esauriscono la loro capacità funzionale.

Le vampate di calore

Questo sintomo, che può essere occasionale o continuo, consiste nella sensazione di calore crescente al torace e al volto accompagnata da sudorazione e seguita da una sensazione di raffreddamento, anche con brividi, che dura qualche minuto. Il disturbo può comparire anche la notte durante il sonno e ci si può risvegliare in un bagno di sudore. L’alternarsi di vasodilatazioni e vasocostrizioni è causato da un'alterata funzionalità del centro termoregolatore, situato nell'ipotalamo, prodotta dalla mancanza di estrogeni. Si tratta di un fenomeno fisico che al tempo stesso è anche influenzato da fattori culturali e di personalità e che, come tale, si presenta con frequenza e intensità diversa da donna a donna.

Fattori psicologici e socioculturali

I fattori psicologici e socio-culturali influenzano l’esperienza soggettiva della donna in menopausa e nel climaterio post-menopausa. 
In effetti ogni donna vive un’esperienza diversa di tale periodo e reagisce diversamente a esso. In questa diversità rivestono un ruolo fondamentale alcuni fattori socio-culturali e le caratteristiche psicologiche individuali. Ad esempio donne che vivono in ambienti sociali che tendono ad esaltare il mito della giovinezza e della sessualità, in cui il processo dell’ invecchiamento è considerando negativamente, hanno maggiori probabilità di andare incontro a disturbi dopo la menopausa, rispetto ad altre che l’attendono senza alcun timore.

Vi sono anche altri fattori che contribuiscono a variare l’intensità dei sintomi organici e psicologici nel climaterio post-menopausa ;

  • stile di vita
  • alimentazione, attività fisica, uso o abuso di sostanze, ecc. … ;
  • classe sociale della donna;
  • condizione lavorativa;
  • condizione vissuta all’ interno del nucleo familiare.

Tutti questi aspetti influenzano il benessere psicologico della donna, il suo senso di appagamento, la sua capacità di trovare nuove prospettive, che si armonizzino con i cambiamenti intervenuti dopo la menopausa.

Per quanto riguarda i sintomi psicologici tipici di questo periodo è difficile stabilire se siano unicamente imputabili alla mancanza di estrogeni (ormoni che hanno un’inequivocabile azione positiva sull’umore).

In realtà sembra molto più realistico pensare a una forte correlazione delle componenti fisico-organica e socio-culturale con quella psicologica. Di conseguenza il sintomo psicologico e la sua intensità appaiono collegati alla sintomatologia organica, alle situazioni concomitanti, agli stereotipi culturali negativi.



Menopausa chirurgica

Si parla di menopausa chirurgica quando un intervento demolitivo (asportazione dell'utero, delle ovaie o di utero e ovaie insieme) porta alla cessazione delle mestruazioni. Tali interventi sono spesso resi necessari dalla presenza di fibromi / miomi uterini, abbassamento eccessivo dell'utero dopo ripetute gravidanze (prolasso uterino), tumori. L'asportazione dell'utero provoca, nella donna in età fertile, un arresto definitivo delle mestruazioni e di conseguenza il manifestarsi dei disturbi più lievi e transitori della menopausa. Le ovaie continuano nella produzione di ormoni, che cesserà solo nel momento in cui sopraggiungerà la menopausa vera e propria.

Se oltre all’utero sono asportate entrambe le ovaie ( annessiectomia ), oltre alla scomparsa delle mestruazioni, cessa la produzione degli ormoni estrogeni e progesterone con conseguente squilibrio ormonale. Anche pochi giorni dopo l’intervento, la sintomatologia che si presenta è quella tipica della menopausa, con la differenza di disturbi più concentrati nel tempo. In tutti questi casi le ripercussioni sul piano psicologico possono essere anche di una certa entità; la donna deve fare i conti con la perdita di parti di sé, con le quali identifica il suo essere femminile e può sentir vacillare i propri equilibri. Tali esperienze possono attivare angosce e paure e intaccare l’autostima, con conseguente sviluppo di sintomatologia depressivo/ansiosa e insorgenza di problemi all’interno della coppia.

Psicologa Roma Menopausa

Dr.ssa Teresa Remoli
Psicologa Psicoterapeuta Roma
Email: teresa.remoli10@gmail.com Cell. 327.32.44.159


Altri articoli sulla Psicologia Femminile

Iscriviti alla newsletter!

caricamento...

Dr.ssa Teresa Remoli - teresa.remoli10@gmail.com - Iscritta all'Ordine degli Psicologi del Lazio n. 11498, Partita IVA 08038171008

Via della Madonna del Riposo 114, 00165 Roma - zona via Aurelia / Villa Carpegna
Via D. G. Paracciani 20, 00167 Roma - zona Boccea / Metro Cornelia
Via dei Banchi Vecchi 123, 00186 Roma - Centro
declino responsabilità | privacy | cookie policy | codice deontologico

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non devono essere intese come sostitutive del parere clinico del medico, pertanto non vanno utilizzate
come strumento di autodiagnosi. I consigli forniti via e-mail vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento.
La visita Psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

www.psicologi-italia.it

© 2017. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.